Corso Animatori 2010-11

Canalicchio – Maletto – Pedara


Ebbene si… questa foto spiega tutto: tre diverse realtà, tre modi di fare, tre modi diversi di essere… ma un UNICO obiettivo che ci ha fatto diventare una GRANDE FAMIGLIA. Sì, il comune obiettivo era la formazione… il C.g.s MIARAMANDEHA che donava la sua esperienza ai “Giovani Orizzonti” e al gruppo degli animatori di Canalicchio. Il confronto l’ha fatta da padrone… I “Giovani Orizzonti” si confrontavano con il C.g.s. Miaramandeha nel riuscire a “rubare i trucchi del mestiere” ma allo stesso tempo si confrontavano con i ragazzi di Canalicchio e riscontravano molte diversità di stile anche perchè questi ultimi non respiravano proprio identità di gruppo come i primi.

Attività interessante fortemente voluta perchè il neonato gruppo dei “Giovani Orizzonti” aveva bisogno di una vera e propria formazione non solo di tecniche ma anche  formazione spirituale… Salto di qualità che non poteva mancare nel consolidamento del gruppo stesso… Un’ attività importante anche in vista della preparazione al Grest e si è cercato non solo di acquisire tecniche ma principalmente di acquisire la consapevolezza di “ESSERE GIOVANI ORIZZONTI”…

Tutto ebbe inizio in quel di Pedara e quale miglior giorno se non la domenica delle Palme, precisamente il 24 Marzo 2010. Un’intera giornata con la formazione al mattino tenuta da Tommaso e dalla psicologa, il pranzo con un bellissimo “arrusti e mangia” e il pomeriggio musicale con il Maestro Bellocchi, il quale suddividendo tutta la compagine in gruppetti è riuscito alla fine a realizzare l’inno del corso…

Il secondo incontro, avvenuto il 24 Aprile, è stato un sabato pomeriggio in cui Don Marcello Mazzeo ci ha deliziato con una strepitosa Lectio Divina, e con Mauro Maugeri e le  tecniche di ripresa, di fotografia ma soprattutto l’analisi dell’immagine. Mega cena a base di pizza e poi tentata serata di fraternità…

Era il 22 Maggio 2010, data indimenticabile per tutti gli interisti che comunque erano presenti (ovviamente tranne uno che spesso e volentieri non riesce a percepire l’importanza delle cose), quando Marco Pappalardo ha dato il via al terzo incontro facendo ruotare i tre gruppi presenti con i suoi “giochi” di conoscenza. Giochi che si sono completati con la conoscenza del proprio corpo, dei propri movimenti grazie a Chiaretta d’Arienzo che ha dato la possibilità di esprimerci nei movimenti e nell’essere del nostro corpo.  Anche qui cena a base di pizza… anche se c’è da dire che Vanessa, con un elegante tiro ha centrato in pieno la pizza…

E infine il momento più bello, quello residenziale a Casa Tabor (Fornazzo) il 21-22 Giugno proprio qualche giorno prima dell’inizio del Grest. Ci siamo suddivisi in piccole equipe con teatro, costumi e trucco, audio, scenografie e riprese… tutto per mettere in scena il “Baule di Colori”. Questa volta formazione e messa curata da Don Francesco La Camera… Che bello vedere tante confessioni… Ma i momenti più belli sicuramente sono stati quelli notturni trascorsi insieme nelle camerate dove gli squillanti rimproveri non sono mancati (vero ragazze?!?!?!?)  e quelli in cucina (i nostri lavapiatti ufficiali Ketty e Alessandro).

Corso splendido che è costato tanto al gruppo, sia come tempo sia economicamente, ma con il piacere di aver raggiunto un fondamentale obiettivo: l’avere un gruppo  sicuramente più unito…

.



style=”display:inline-block;width:300px;height:600px”
data-ad-client=”ca-pub-7833671021189242″
data-ad-slot=”2034172617″>

Lascia un Commento