Lo Statuto

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE  “GIOVANI ORIZZONTI”
.

ART. 1    E' costituita, ai sensi delle disposizioni vigenti, l'Associazione denominata “GIOVANI ORIZZONTI” con sede in MALETTO, p.zza XXIV Maggio, 12.

ART. 2    L’ Associazione ha durata illimitata.

ART. 3    L’ Associazione, si propone di coinvolgere quanti più giovani possibile, ma soprattutto  di animare educando, così da offrire ai ragazzi la possibilità di essere “preparati” all’impatto con tutte le situazioni più disparate che la realtà quotidiana presenta. Tutte le attività proposte, non sono finalizzate a trattenere i ragazzi al suo interno, bensì dichiarano il loro senso ultimo nello sforzo di aiutarli a trovare la loro identità nella società. Per la realizzazione dei propri scopi l'Associazione si propone di diventare punto di riferimento per tutti i giovani che vorranno condividere gli stessi ideali. Sarà impegno, oltre che desiderio, essere sempre aperti ed accoglienti verso chiunque condivida il percorso che la medesima Associazione intraprende anche attraverso la realizzazione di spettacoli teatrali e musical.

ART. 4    L'adesione all'Associazione è volontaria ed avviene secondo le modalità di cui al successivo art. 5. Tutti i soci hanno diritto di voto, ad eccezione dei minorenni.

ART. 5    L'ammissione a socio è subordinata alla presentazione di apposita domanda scritta da parte degli interessati. Sulle domande di ammissione si pronuncia l’Assemblea dei soci su proposta del Consiglio Direttivo, le eventuali reiezioni debbono essere motivate.

ART. 6    La qualità di socio si perde per decesso, per esclusione, per decadenza o per recesso. Il recesso da parte dei soci deve essere comunicato in forma scritta all'Associazione. L'esclusione dei soci è deliberata dall'Assemblea:
  • per comportamento contrastante con gli scopi dell'Associazione;
  • per violazioni degli obblighi statutari e regolamentari;
  • quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all’Associazione;
  • per indegnità;

Il socio decade automaticamente in caso di mancato versamento della quota associativa per 1 anno.

ART. 7    Tutti i soci hanno diritto:
  • a partecipare all'Assemblea con diritto di voto;
  • ad accedere alle cariche associative;
  • a prendere visione di tutti gli atti deliberati e di tutta la documentazione relativa alla gestione dell'Associazione con possibilità di ottenerne copia;

Tutti i soci sono tenuti:

  • ad osservare il presente statuto, gli eventuali regolamenti interni e le deliberazioni;
  • a frequentare l’Associazione, collaborando con gli organi sociali per la realizzazione delle finalità associative;
  • a mantenere sempre un comportamento corretto nei confronti dell’ Associazione e a non attuare iniziative che si rivelino in contrasto con le aspirazioni che ne animano l’attività;
  • a versare la quota associativa annuale;

ART. 8    Sono Organi dell'Associazione:

  • l’Assemblea dei Soci;
  • il Consiglio Direttivo;
  • il Presidente dell’Associazione;
  • Il Vice-presidente;
  • Il Segretario;
  • Il Tesoriere;
  • Il Collegio dei revisori dei conti;

ART. 9    L'Assemblea è composta da tutti i soci ed è l'organo sovrano dell'Associazione. L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione. Ogni socio potrà farsi rappresentare in Assemblea da un altro socio con delega scritta.

ART. 10   L'Assemblea si riunisce in seduta ordinaria, su convocazione del Presidente, almeno una volta all'anno per l’approvazione del Bilancio e ogniqualvolta lo stesso Presidente o il Consiglio direttivo ne ravvisino l'opportunità. L'Assemblea ordinaria:

  • approva i bilanci consuntivo e preventivo;
  • elegge i componenti del Consiglio direttivo, del Collegio dei revisori;
  • delibera l’ammissione e l'esclusione dei soci;
  • delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale, che il Consiglio direttivo riterrà di sottoporle.

L'Assemblea straordinaria delibera:

  • sulle modifiche dell'atto costitutivo e dello statuto;
  • sullo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del suo patrimonio;
  • su eventuali decisioni importanti che il Consiglio Direttivo dovrà proporre ad essa.

L'Assemblea ordinaria e quella straordinaria sono presiedute dal Presidente, in sua assenza dal Vice-presidente e,  in assenza di entrambi, dal componente del Consiglio Direttivo più anziano di età.

ART. 11   L'Assemblea è validamente costituita in prima convocazione quando sia presente o rappresentata almeno la metà dei soci. In seconda convocazione l'Assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti o rappresentati.

ART. 12   Le deliberazioni dell'Assemblea sono valide quando siano approvate dalla maggioranza dei presenti, eccezion fatta per le deliberazioni riguardanti la modifica dell'atto costitutivo e dello statuto, per la deliberazione riguardante lo scioglimento dell'Associazione e la relativa devoluzione del patrimonio residuo, per la quale è necessaria la presenza dei tre quarti e il voto favorevole di tutti i presenti.

ART. 13   Le deliberazioni adottate dall’Assemblea dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali a cura del Segretario e da questi sottoscritte insieme al Presidente.

ART. 14    Il Consiglio Direttivo è formato da 5  membri, nominati dall’Assemblea dei Soci. Essi rimangono in carica 2 anni e sono rieleggibili. Possono fare parte del Consiglio solo i soci maggiorenni.

Nel caso in cui, per dimissioni o altre cause, uno o più dei componenti il Consiglio Direttivo decadano dall'incarico, il Consiglio medesimo può provvedere alla loro sostituzione nominando i primi tra i non eletti.

Il Consiglio Direttivo nomina al suo interno un Presidente, un Vice-presidente, un Segretario e un Tesoriere.

Al Consiglio Direttivo sono attribuite le seguenti funzioni:

  • curare l'esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea;
  • curare l’organizzazione di tutte le attività dell’Associazione;
  • curare l’osservanza delle prescrizioni statutarie e degli eventuali regolamenti;
  • predisporre il bilancio preventivo e consuntivo;
  • provvedere agli affari di ordinaria amministrazione che non siano di competenza dell'Assemblea dei soci compresa la determinazione della quota associativa annuale.

Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente o in caso di sua assenza dal Vice-presidente e, in assenza di entrambi, dal componente del Consiglio più anziano di età. Il Consiglio Direttivo è convocato di regola ogni 3 mesi e ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno. I verbali di ogni adunanza del Consiglio, redatti a cura del Segretario e sottoscritti dallo stesso e da chi ha presieduto la riunione, vengono conservati agli atti. Nelle deliberazioni in caso di parità prevale il voto del Presidente.

ART. 15   Il Presidente è eletto dal Consiglio Direttivo;  egli è Presidente dell’Assemblea dei soci,  del Consiglio Direttivo nonchè il rappresentante legale dell’Associazione. Il Presidente cura l'esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo.

ART. 16   I libri sociali e i  registri contabili essenziali che l’Associazione deve tenere sono:

  • il libro dei soci;
  • il libro delle adunanze e delle deliberazioni  dell’Assemblea;
  • il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio direttivo;
  • il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Collegio dei revisori dei conti;
  • il libro giornale della contabilità sociale;
  • il libro dell’ inventario;

Tali libri, prima di essere posti in essere, devono essere numerati, timbrati e firmati dal Presidente, dal Segretario e dal Tesoriere in ogni pagina.

ART. 17   Il Vice presidente rappresenta l’Associazione in tutti i casi in cui il Presidente sia impossibilitato a farlo, e quando abbia ricevuto apposita delega dal Presidente stesso.

ART. 18   Il Segretario è scelto dal Consiglio Direttivo e dirige gli uffici di segreteria dell’Associazione, cura il disbrigo delle questioni correnti, attenendosi alle direttive impartitegli dal Presidente. Il Segretario firma la corrispondenza corrente e svolge ogni altro incarico che di volta in volta gli viene affidato dal Presidente e che lo Statuto gli riconosce.

ART. 19   Il Tesoriere è responsabile della consistenza di cassa e banca e deve rendicontare mensilmente al Consiglio direttivo le modalità ed i termini di impiego delle somme spese dall’Associazione nello svolgimento dell’attività sociale.

ART. 20   Il Collegio dei revisori dei conti è composto da 3 membri effettivi  nominati dall'Assemblea. Esso ha il compito di controllare la gestione amministrativa e contabile dell'Associazione, con particolare riguardo alla consistenza di cassa ed all’operato del Tesoriere.

ART. 21   Tutte le cariche menzionate nel presente Statuto sono gratuite, salvo il rimborso delle spese debitamente documentate sostenute in nome e per conto dell’Associazione.

ART. 22   Il patrimonio sociale è indivisibile, da esso l’Associazione trae le risorse economiche per il proprio funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività. L'Associazione deve impiegare gli eventuali utili o avanzi di gestione per la realizzazione delle proprie attività  istituzionali.

ART.  23    Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea dei soci che deve nominare uno o più liquidatori, preferibilmente tra gli amministratori ed i soci, stabilendone i poteri. In caso di scioglimento per qualunque causa, l'Associazione devolve il suo patrimonio ad altre organizzazioni con finalità identiche o analoghe.

ART. 24   Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto  si applicano le disposizioni contenute nel codice civile e nelle leggi vigenti in materia.

.

Lascia un Commento